16 febbraio 2017

BANDO PER L'ABBATTIMENTO DELLE RETTE PER I SERVIZI DELLA PRIMA INFANZIA


La Regione promuove l'accesso a nidi, servizi educativi domiciliari, spazi gioco, centri per bambini e genitori e servizi sperimentali sostenendo le famiglie nel pagamento delle rette di frequenza.
Alle famiglie che iscrivono i bambini ai nidi o ai servizi integrativi o sperimentali viene applicata una retta di frequenza ridotta: la differenza è rimborsata ai gestori a valere sui fondi regionali.
I contributi spettano a tutte le famiglie: 
 
- che hanno un ISEE entro 30.000 euro  
- in cui almeno un genitore sia residente o lavori sul territorio regionale da almeno un anno 
- che hanno iscritto i bambini presso un servizio educativo per la prima infanzia tra quelli specificati al punto successivo per una frequenza minima di almeno 30 ore al mese ovvero anche per una frequenza inferiore alle 30 ore al mese solo nei casi in cui l'ISEE del nucleo familiare non superi i 10.000 euro 

  

Le domande per l'anno educativo in corso possono essere presentate in ogni momento e possono essere ammesse subordinamente alla disponibilità di fondi.
 
Per avere la certezza di ottenere il beneficio (avendone i requisiti) occorre presentare la richiesta  entro il 31 maggio 2017 , mentre le domande presentate successivamente potranno essere accolte a seconda della disponibilità di fondi.